AB AETERNO: storie di sostenibilità raccontate al polso

È vero che viaggiare amplia gli orizzonti e ispira nuovi progetti. Ma forse, il giorno della partenza per l’Australia, Marco Tommasoni non sospettava che da quel viaggio sarebbe nata la sua attività.

marco-tommasoni

È stato durante la visita ad una riserva naturale in Australia che un pezzetto di legno raccolto sulla spiaggia ha suggerito al giovane veronese di fondere quel materiale antico alla sua grande passione: quella per gli orologi. Ecco che nasce il concept di AB AETERNO, orologi eco-sostenibili totalmente realizzati in legno (ma non solo).

Inizialmente Marco – oggi 32enne – testa il prodotto in Australia, ma presto rientra in Italia, visto che la sua azienda dovrà essere totalmente Made in Italy.
Nel 2012 crea la AB AETERNO, start-up con sede legale a Bolzano e headquarter a Verona, produttrice di orologi da polso in legno ecosostenibili, made in Italy e dotati di movimento svizzero Ronda.
«AB AETERNO non è solo un produttore di orologi – racconta Marco Tommasoni– ma un progetto in continua evoluzione. Fin dalla nascita abbiamo puntato molto sulla ricerca e sullo sviluppo perché per noi, ciò che conta, è trovare materiali sempre più sostenibili ma che siano compatibili con un oggetto per niente semplice. Anche se può apparire tale». L’orologio, infatti, è  un prodotto molto complesso che prevede microlavorazioni non adatte a tutti i materiali. «Le fasi della lavorazione di un orologio e i test affinché il prodotto sia perfetto sono molti e spesso molto lunghi.  Soprattutto per noi che puntiamo a un basso impatto delle nostre lavorazioni e studiamo materiali naturali o riciclati a cui possiamo dare una seconda vita».

 


Sandalo rosso, verde e nero. Acero, ebano e noce. Questi i legni che AB AETERNO trasforma in orologi leggeri e resistenti, dotati di movimento svizzero e trattati con materiali naturali e anallergici.
«Nella fase iniziale dell’attività, i nostri orologi sono stati solo in legno, ma al Baselworld, il Salone mondiale dell’orologeria e della gioielleria di Basilea, presenteremo ufficialmente la nostra nuova immagine. Abbiamo infatti creato collezioni che utilizzano materiali nuovi e differenti dal legno, come ad esempio la collezione Harmony che si caratterizza per l’innovativo cinturino in flexible wood, una vera novità nel campo dell’orologeria.
Il cinturino è realizzato con tranciati di legno (che rispettano la Convenzione di Washington sul commercio internazionale delle specie di fauna e flora selvatiche) e con un materiale di origine vegetale ma del tutto simile alla pelle per aspetto e prestazioni, garantito dalla certificazione Oeko Tex® Standard 100 classe I.

Tanta ricerca e tanta innovazione quindi per AB AETERNO che, pur essendo un’azienda nata da pochi anni, ha al suo attivo numerose collezioni e collaborazioni. L’ultima, presentata in occasione del Vinitaly 2016, è “Tempo Costasera”, il primo orologio al mondo realizzato con il legno di recupero delle botti di vino. Più in particolare, un orologio forgiato dal legno di rovere ricavato dalle botti Masi che hanno ospitato l’affinamento del suo Amarone “Costasera”.
bioecogeo_briccola_venezia_sanmarco«I nostri materiali – continua il giovane CEO – sono naturali, riciclabili e quando possibile riciclati. Un’altra collezione di cui vado particolarmente fiero è San Marco, un omaggio esclusivo alla città di Venezia. Gli orologi di questa edizione limitata sono  realizzati con il legno delle briccole veneziane, i pali in legno utilizzati per indicare le direzioni nei canali della laguna più famosa al mondo».
Edizioni limitate nel design fanno di questi orologi un accessorio da indossare e da raccontare. «Ogni nostro orologio – conclude Marco –  è un pezzo unico perché il legno non viene trattato con agenti chimici e quindi le sue fibre sono libere di respirare assumendo un aspetto vissuto che rende, di fatto, ogni pezzo unico e irripetibile».



Redazione

Bioecogeo non è solo una rivista o un sito bensì un progetto! Creare un modello di società più consapevole, forte della condivisione e diffusione di una cultura ambientale per il benessere del singolo individuo e del pianeta in cui vive.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − due =