Amianto alla Scala di Milano

La procura di Milano ha notificato l’invito a comparire a Tognoli, Pillitteri, Borghini e Formentini. L’accusa: non sarebbe stato fatto il censimento previsto dalla legge 1992

ansa - teatro alla scala - ansa - teatro scala - Una veduta interna del Teatro alla Scala di Milano, foto distribuita il 20 aprile 2012. Sarà Lohengrin, di Richard Wagner, l'opera che inaugurerà, il 7 dicembre la stagione del Teatro alla Scala. Sul podio il maestro Daniel Barenboim, con la regia di Claus Guth, le scene e i costumi di Christian Schmidt, le luci di Olaf Winter, i video di Andi Mueller, la drammaturgia di Ronny Dietrich. Le voci: Jonas Kaufmann (Lohengrin), Anja Harteros (Elsa di Brabant), René Pape (Heinrich der Vogler), Tomas Tomasson (Friedrich von Telramund), Evelyn Herlitzius (Ortrud). ANSA/ UFFICIO STAMPA TEATRO ALLA SCALA   +++ HO - NO SALES - EDITORIAL USE ONLY +++

Veduta interna del Teatro alla Scala di Milano

È ufficiale: quattro ex sindaci di Milano sono indagati con altre sette persone per omicidio colposo e lesioni colpose per sette casi di morte e altri di malattia dovuta all’amianto al Teatro alla Scala.
Il Pm Maurizio Ascione, titolare del fascicolo, ha notificato inviti a comparire a Carlo Tognoli, Paolo Pilliteri, Giampiero Borghini e Marco Formentini. Sotto inchiesta anche Carlo Fontana, sovrintendente dal 1990 al 2005, Silvano Cova e Angelo Sala, direttori degli allestimenti tra il 1991 e il 1992.
La procura contesta agli 11 indagati in sostanza di non essersi adoperati per rimuovere in passato l’amianto dai manufatti nei vari locali, soprattutto tecnici, ma anche dal famoso lampadario all’interno del teatro. Per l’accusa non sarebbe stato fatto il censimento dell’amianto previsto dalla legge del 1992, amianto che sarebbe stato rimosso ogni qualvolta veniva “scoperto”.
Tra le persone morte per esposizione alla sostanza cancerogena a partire dagli anni ‘70-80 ci sono un siparista, un macchinista, un vigile del fuoco, un falegname, un addetto al trasporto delle scene e anche una cantante lirica. Altri invece attualmente sono ammalati di mesotelioma pleurico. Dopo i lavori al teatro milanese, l’amianto è stato rimosso e ora non ci sono più rischi per i lavoratori e per il pubblico.
La procura, attraverso l’aggiunto Nunzia Gatto e i sostituti Maurizio Ascione e Nicola Balice, ha aperto l’inchiesta per dare un nome a chi, all’interno dell’organizzazione del teatro o delle aziende che vi hanno lavorato in appalto, non ha garantito la salute di quegli uomini che si occupavano di manutenzione e sistemi antincendio. Negli anni scorsi gli investigatori hanno accertato l’uso del materiale killer come isolante termico nel rivestimento di alcune strutture della Scala, nei meccanismi di apertura e chiusura del palco, così come nei dispositivi di prevenzione degli incendi.



Redazione

Bioecogeo non è solo una rivista o un sito bensì un progetto! Creare un modello di società più consapevole, forte della condivisione e diffusione di una cultura ambientale per il benessere del singolo individuo e del pianeta in cui vive.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × 3 =