Carroponte a Milano: acqua buona, fresca e gratuita per tutti

Per il terzo anno consecutivo Gruppo CAP mette a disposizione due erogatori di acqua a km0 e plastic free per tutta la stagione concertistica

Photos by: www.gabrielezanon.com

Photos by: gabrielezanon

Al Carroponte continua la grande stagione concertistica che ogni estate porta centinaia di migliaia di persone sotto la struttura industriale dell’ex Breda che troneggia a Sesto San Giovanni.
E per il terzo anno consecutivo, a dissetare il pubblico sotto il palco ci pensa Gruppo CAP, gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano, che ha installato due erogatori di acqua naturale e frizzante, a Km0 e rigorosamente plastic free, ma soprattutto totalmente gratuita.

Un nuovo tassello di sostenibilità di quel mosaico che l’azienda pubblica del servizio idrico metropolitano chiama #waterevolution, intesa come vera e propria rivoluzione culturale dove l’acqua diventa protagonista della governance delle nostre città intelligenti, sempre più sostenibili e innovative.

I comuni dell’hinterland milanese vantano oggi i più alti standard di qualità della risorsa idrica grazie al Water Safety Plan (WSP), il rivoluzionario sistema di analisi dell’acqua che prevede più controlli, più prelievi, più parametri nell’intera filiera idro-potabile, da quando l’acqua entra nell’acquedotto fino al punto di erogazione finale, il rubinetto. Presto obbligatorio in ogni Stato dell’UE, il WSP è stato adottato per la prima volta in Italia a marzo del 2017 da Gruppo CAP che, in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità, prevede di implementarlo, entro il 2020, in tutti i comuni dell’hinterland milanese.

Buona, sicura ed economica, l’acqua del rubinetto è dotata di ottime proprietà organolettiche, ideali per il benessere e la salute dell’organismo. Ma è anche una risorsa finita, che esige comportamenti consapevoli e politiche di gestione sostenibili.
Un concetto che “tocca le corde” del festival sonoro che ogni anno si colora di “verde” (#CarroponteGreen),  attraverso iniziative rivolte al pubblico, all’insegna del rispetto dell’ambiente. Come il Responsible Box, un contatore di carboon footprint progettato per monitorare i principali consumi energetici dell’area concerti e contabilizzare i risparmi attraverso la registrazione delle azioni envinronment friendly degli utenti di Carroponte.

Un’iniziativa nel segno della sostenibilità che fa di Carroponte non solo uno dei principali punti di riferimento degli eventi concertistici estivi, ma un luogo di aggregazione e condivisione, dove stare bene insieme a suon di musica, divertimento e attenzione all’ambiente.



Redazione

Bioecogeo non è solo una rivista o un sito bensì un progetto! Creare un modello di società più consapevole, forte della condivisione e diffusione di una cultura ambientale per il benessere del singolo individuo e del pianeta in cui vive.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 + cinque =