CinemAmbiente Junior 2019

Le scuole hanno tempo fino al 31 marzo 2019 per inviare un video e partecipare a CinemAmbiente Junior, progetto promosso dal Museo Nazionale del Cinema e dal 22°Festival CinemAmbiente, che si terrà a Torino dal 31 maggio al 5 giugno 2019, in collaborazione con il Museo A come Ambiente-MAcA, con il sostegno della Regione Piemonte Assessorato all’Ambiente e il patrocinio di Arpa Piemonte.

cinemabiente_2019_500xCinemAmbiente Junior riunisce i diversi progetti didattici, educativi e formativi elaborati per bambini, ragazzi, docenti, giunge alla sua seconda edizione, realizzata nell’ambito del Piano Nazionale Cinema per la Scuola promosso da MIUR e MIBAC. Presenta un ampio programma di proiezioni (cui si affiancano attività laboratoriali e formative) e un Concorso nazionale rivolti alle Scuole Primarie, Secondarie di I e II grado, con una prima edizione di successo dello scorso anno che ha visto oltre 300 i cortometraggi iscritti alla nuova sezione competitiva, proiezioni e incontri dedicati alle Scuole con una partecipazione attiva e vivace di oltre 4.000 studenti. Segno di un crescente interesse per i temi green da parte dei giovanissimi, che, negli ultimi mesi, si sono imposti da protagonisti nello scenario internazionale dell’attivismo ambientalista. La mobilitazione della generazione Z, che, sulla spinta del discorso della sedicenne Greta Thunberg alla COP24 di Katowice e a Davos, chiede ai governi di impegnarsi di più contro il cambiamento climatico e i temi ambientali, è in crescita. Il moltiplicarsi dei #FridaysforFuture e delle iniziative della nuova “onda verde” rappresentano un fenomeno emergente di cui il Festival aveva già colto i fermenti fin dallo scorso anno (con il premio al film Aktivisti con protagonista la quindicenne militante Riikka Karppinen) e a cui riserverà specifica attenzione nell’edizione 2019.

Il concorso di CinemAmbiente Junior è rivolto alle scuole italiane di ogni ordine e grado (scuola primaria, scuola secondaria di primo grado, scuola secondaria di secondo grado). Professori e studenti sono invitati a inviare il proprio cortometraggio a tema ambientale della durata massima di 10 minuti. Il tema scelto è l’ambiente in senso ampio: eco-sostenibilità e inquinamento, green economy e consumismo, alimentazione, gestione e riduzione dei rifiuti, questione energetica, cambiamenti climatici etc. Gli studenti hanno quindi la possibilità di rappresentare i problemi ambientali che sentono loro più vicini.



Simonetta Sandri

La volontà di condividere con i lettori la bellezza dell’universo resta per me la vera ragione della ricerca delle parole più adeguate per descrivere una meraviglia spesso indescrivibile. Perché, come il Principe Miškin ne L’idiota di Fedor Dostoevskij, anche io penso che la bellezza salverà il mondo.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × 5 =