EcoTyre recupera gli pneumatici raccolti durante Puliamo il Mondo

 Quest’anno per la prima volta, grazie al Consorzio EcoTyre, ‘Puliamo il Mondo’, in programma dal 27 al 29 settembre, si occupa in modo specifico di Pneumatici Fuori Uso. ‘Facciamoli Sgommare’ è, infatti, il nome della campagna che consentirà di raccogliere in tutta Italia circa 50 mila chilogrammi di PFU abbandonati nell’ambiente. A garantire il ritiro e l’avvio al corretto trattamento e recupero degli pneumatici giunti a fine vita sarà il Consorzio EcoTyre, che da quest’anno sponsorizza ‘Puliamo il Mondo’.
La collaborazione tra Legambiente ed EcoTyre prevede che a tutti i volontari che parteciperanno a ‘Puliamo il Mondo’ sia distribuito un volantino, realizzato in collaborazione con Hankook, che spiega come utilizzare al meglio gli pneumatici per rispettare l’ambiente e come gestirli una volta giunti a fine vita. Inoltre su tutto il territorio nazionale si sono create ben 10 squadre speciali di volontari che, nelle giornate di ‘Puliamo il Mondo’, saranno impegnati a bonificare aree in cui sono presenti prevalentemente pneumatici abbandonati. Sono 8 le Regioni protagoniste di questa campagna: il Piemonte con Ovada (AL) e Ivrea (TO), l’Emilia Romagna con Santarcangelo di Romagna (RN), la Liguria con Vado Ligure (SV), il Lazio con Ripi (FR), l’Abruzzo con San Salvo (CH), il Molise con Cercepiccola (CB) e la Puglia con Polignano a Mare (BA) e la Basilicata con Pisticci (MT) e Potenza.
Per la bonifica di alcune di queste zone saranno utilizzati mezzi speciali. Ad esempio, a Cercepiccola, un comune in Provincia di Campobasso, è previsto un intervento per liberare dagli PFU un terreno su cui verrà costruita una scuola. L’Amministrazione ha tardato l’inizio dei lavori proprio a causa delle difficoltà di gestione di questa speciale tipologia di rifiuti. Da segnalare anche l’adesione di Polignano a Mare in Provincia di Bari, in cui, anticipando questa raccolta straordinaria, il Gruppo Subacqueo Circolo Legambiente di Polignano ha rimosso centinaia di chilogrammi di pneumatici a uso industriale (tir e trattori) dal fondale marino di un tratto di mare tra i più suggestivi e bersagliati del litorale, quello compreso tra Grottone e Lama Monachile.
Tutti gli pneumatici raccolti saranno poi presi in carico da EcoTyre. Il loro destino è quello di essere triturati per produrre il cosiddetto ‘polverino’ un materiale di riciclo che può essere riutilizzato in una molteplicità di forme: nei sottofondi stradali, nel rivestimento di piste di atletica, di aree gioco per bambini e molto altro. Questo polverino può servire, inoltre, anche per il recupero energetico.


Redazione

Bioecogeo non è solo una rivista o un sito bensì un progetto! Creare un modello di società più consapevole, forte della condivisione e diffusione di una cultura ambientale per il benessere del singolo individuo e del pianeta in cui vive.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × uno =