Formula E: il futuro è già in pista

Auto elettriche, non solo su strada, ma anche nelle competizioni internazionali. Grande assente? L’Italia, che ad oggi non ha né team né piloti

BioEcoGeo_FormulaE

Di Andrea Bertaglio

Il futuro dell’auto è elettrico. Non solo su strada, ma anche in pista. Ne è conferma il crescente successo della Formula E, competizione mondiale riservata a monoposto elettriche gestita dalla Federazione Internazionale dell’Automobile (FIA), che regola anche la Formula 1. Il campionato di bolidi green, alla sua terza edizione, è iniziato lo scorso 9 ottobre a Hong Kong, è già passato da Marrakech e farà tappa in circuiti cittadini come New York, Berlino, Parigi, Città del Messico, Buenos Aires, Montreal.
Grande assente? L’Italia, che nonostante la sua invidiabile tradizione motoristica non ospita alcun “ePrix”, e soprattutto non ha né team né piloti a tenere alto il tricolore.
Questione di contingenze o semplice miopia dell’industria automobilistica nostrana?

Potete leggere l’articolo nella sua versione integrale sul nuovo numero di BioEcoGeo:

  • acquistando la rivista in edicola
  • scaricando il singolo numero in formato digitale
  • ricevendolo comodamente a casa tramite abbonamento alla rivista cartacea.


Redazione

Bioecogeo non è solo una rivista o un sito bensì un progetto! Creare un modello di società più consapevole, forte della condivisione e diffusione di una cultura ambientale per il benessere del singolo individuo e del pianeta in cui vive.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 − 1 =