GREEN CONFERENCES seconda edizione

L’educazione all’ambiente è importante per promuovere il cambiamento attraverso la conoscenza e la capacità di azioni responsabili e condivise. Uno strumento quanto mai prezioso oggi che il cambiamento degli stili di vita è una necessità se vogliamo garantire un domani al nostro pianeta e alle generazioni future. Ecosystems onlusorganizza, da febbraio ad aprile, cinque conferenze per parlare di ecosostenibilità, difesa dell’ambiente, relazioni tra uomo e natura

 

IL PROGRAMMA
Coordinatore: Prof. Giuseppe Boccuzzi, Università degli Studi di Torino e membro del Comitato Scientifico Ecosystems onlus

18 febbraio 2014
ECOSISTEMA UOMO
Una imprescindibile relazione tra le parti. Un dentro ed un fuori in un continuo confronto che modifica un dentro ed un fuori. Dall’ecosistema delle idee al rapporto mente corpo, alla vita sociale, all’ambiente naturale in cui viviamo. La consapevolezza di un divenire, la meravigliosa responsabilità dell’esistenza, la necessità di una nuova cultura ambientale che prima di essere morale è vantaggio e stimolo. Modello necessario di una competizione sana, dalla vita di tutti giorni alle scelte importanti in grado di influire sulla governance della cultura ambientale, quale presupposto di stili di vita e di new economy.
Walter Comello (Presidente Ecosystems onlus) e Guido Barosio (Direttore Torino Magazine)

 

4 marzo 2014
BENI CULTURALI, UNA RISORSA  PER L’ECOLOGIA
I Beni Culturali, che in Italia rappresentano una risorsa insostituibile e non ancora  recepita  né dall’opinione pubblica né tantomeno dalla classe politica, possono  essere interpretati come la principale via per uscire dalla crisi. Interi Centri Storici giacciono nella più assoluta fatiscenza,  vaste  aree continuano essere  oggetto di azioni predatorie e consumo del territorio,  sottraendone   grandi porzioni alla tutela dell’agricoltura di qualità, alle foreste, alle rive e alle sponde fluviali con conseguenze reiterate ed annunciate di catastrofi ambientali. Occorre da subito invertire la tendenza con programmi operativi e drastici prima che sia troppo tardi per l’ecologia e l’economia.
Donatella D’Angelo (Architetto) e ­­­­­­­­­­­­­­­Bernardino Garetto (Presidente Albergatori Piemonte)


18 marzo 2014

ENERGIA PULITA DAL VENTO DI ALTA QUOTA
È immediatamente disponibile, non ha bisogno di manutenzione ed è dispiegato in modo sostanzialmente omogeneo su tutta la superficie terrestre: è il vento di alta quota, l’ultimo grande giacimento di energia a disposizione del genere umano. Per catturare questa immensa fonte d’energia è necessario un radicale cambio di prospettiva: non più strutture pesanti e statiche, ma una macchina intelligente e dinamica. KiteGen® Stem è l’ultima evoluzione del concetto di energia eolica: un progetto in grado di porsi sul mercato delle fonti rinnovabili come la più concreta e competitiva soluzione per risolvere la crisi energetica mondiale.
Massimo Ippolito (Presidente Kite Gen Research) e Giovanni Vincenzo Fracastoro (Politecnico di Torino)

1 aprile 2014
L’AGRICOLTURA CHE VOGLIAMO
L’agricoltura può, se praticata in modo corretto, rappresentare la più grande forma di tutela dell’ambiente e del paesaggio, oppure, nel caso contrario, dare un notevole contributo al loro degrado. L’agricoltura italiana è da molto tempo sensibile al concetto di sostenibilità, grazie alla preparazione degli agricoltori e dei tecnici che li assistono e allo stimolo fornito dai consumatori, sempre più attenti alla qualità e alla sicurezza dei prodotti che acquistano.  Un ricercatore intervista il Presidente della più grossa organizzazione di produttori agricoli italiani sul ruolo della ricerca in agricoltura, sul fenomeno del ritorno dei giovani alla terra e sul futuro dell’agricoltura italiana.
Roberto Moncalvo (Presidente Nazionale Coldiretti) e Maria Lodovica Gullino (Agroinnova, Università di Torino)



Redazione

Bioecogeo non è solo una rivista o un sito bensì un progetto! Creare un modello di società più consapevole, forte della condivisione e diffusione di una cultura ambientale per il benessere del singolo individuo e del pianeta in cui vive.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × quattro =