La plastica ecologica che si ottiene dai gusci d'uovo

La plastica ecologica che si produce con i gusci d’uovo rappresenta l’ultima sfida ecosostenibile nel campo dei prodotti green riciclabili e biodegradabili. Grazie agli studi condotti da un gruppo di ricercatori inglesi dell’Università di Nottingham e Leicester, la nuova bioplastica sfrutterebbe i gusci d’uovo come ‘materia prima’, attraverso un processo di sterilizzazione ed estrazione di una particolare proteina chiamata ‘glicosamminoglicane’. La plastica ecologica che si produce con i gusci d’uovo avrebbe quindi, come primo vantaggio, la possibilità di sfruttare l’enorme disponibilità di gusci d’uovo come fonte primaria di produzione di plastiche ‘bio’, considerando anche che i gusci d’uovo solitamente vengono cestinati nell’umido. La plastica ecologica (o bioplastica) ha inoltre delle caratteristiche simili a quella ottenuta dalla lavorazione del petrolio, sia per leggerezza che per resistenza, con la sola differenza legata a dei costi di produzione più alti, che però possono essere ammortizzati in fase di riciclaggio. La plastica ecologica è infatti biodegradabile e completamente riciclabile, quindi non necessita di incenerimento per essere smaltita e il suo decomporsi dà luogo ad un compost ricco di nutrienti e sostanze organiche che possono essere usate come fertilizzanti per i terreni agricoli.

di Matteo Ludovisi

Fonte: http://ambiente.ecoseven.net

Inoltre….non buttate i gusci delle uova! Ecco alcuni usi fai da te:

– frantumati, sono un fertilizzante efficace ed economico da mettere nei vasi delle vostre piante.

– per togliere dalle tazze le macchie scure di tè o caffé: riempitele d’acqua, lasciate a bagno un guscio d’uovo per una notte, l’effetto sbiancante è garantito.

– spargeteli in giardino e terrete lontane le lumache.




Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

9 + quattro =