La raccolta tappi vola in Veneto: nel 2018 quasi 2000 quintali

Continua il successo di un’iniziativa Made in Veneto nata nel 2007. Amico dell’Ambiente, infatti, è un progetto nato alle porte di Padova e che ha contribuito nel tempo a creare una nuova sensibilità verso il riciclo della plastica e in particolare dei tappi delle bottiglie di plastica come quelle per l’acqua, il latte o i succhi di frutta.

Cassettina_amico_ambiente_3
Il bilancio 2018 si è concluso con numeri molto positivi: sono quasi 2.000 i quintali di tappi che le varie associazioni e parrocchie hanno consegnato all’azienda Imball Nord, di Vigonovo, specializzata nella lavorazione della plastica.

Questo successo si inserisce in una positiva crescita della raccolta dei tappi che ha portato a ottenere importanti risultati.
Dal 2010 a oggi, sono stati raccolti 1.237.190 kg di tappi: oltre a 595.820 kg di cassette di plastica. Per il materiale ricevuto Amico dell’Ambiente ha pagato 400.000 euro (0,18 cent/kg) che sono stati donati ad associazioni, parrocchie e scuole. 252 sono state invece le classi coinvolte dal 2007, per un totale di 5.974 visitatori.

L’idea, partita con la volontà di sostenere le associazioni e le scuole attraverso la consegna di plastica da riciclo e con il duplice ritorno di salvaguardare l’ambiente e ottenere ricavi immediati, ha superato ogni rosea aspettativa. Nel corso degli anni, Amico dell’Ambiente ha coinvolto infatti tantissime scuole e associazioni su tutto il territorio nazionale e dato vita a una vera catena ecologica, un nuovo modo di vivere e pensare l’ambiente. Sono stati creati inoltre dei laboratori creativi, dove i bambini si divertono attraverso degli esperimenti educativi e imparano a riconoscere i rifiuti, il processo di riciclo dei materiali e l’importanza di rispettare l’ambiente.



Redazione

Bioecogeo non è solo una rivista o un sito bensì un progetto! Creare un modello di società più consapevole, forte della condivisione e diffusione di una cultura ambientale per il benessere del singolo individuo e del pianeta in cui vive.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 + quattordici =