La tonnarella di Camogli torna a pescare

Un anno dopo l’incidente la tonnarella di Camogli torna a pescare. Oltre 5.700 piatti solidali venduti nei ristorantini di Eataly hanno contribuito al restauro dell’antico sistema di pesca

BioEcoGeo_tonnarella_Camogli

Nella notte tra il 25 e il 26 aprile 2017 una nave pirata ha distrutto la tonnarella di Camogli (Ge), sistema di pesca antico tutelato dai Presìdi Slow Food. È passato un anno, contraddistinto da un’inchiesta chiusa senza l’individuazione di un responsabile, e tanto impegno da parte di chi al pescato della Cooperativa non ha voluto rinunciare.
Eataly si è schierata al fianco della cooperativa di Camogli e cogliendo l’appello lanciato da Slow Food, ha coinvolto gli chef di Eataly Torino, Milano, Roma e Genova che hanno ideato una iniziativa di successo: un piatto solidale realizzato con un prodotto simbolo della Cooperativa di Camogli, l’acciuga sotto sale. Ha poi messo il suo impegno nella creazione di un video che ha portato all’attenzione del grande pubblico questo sistema virtuoso di pesca sostenibile ed ecologica ed ha lanciato un crowdfunding sulla piattaforma Produzioni dal Basso.

Oltre 5.700 i piatti venduti per un totale di 20.600 euro donati all’antica Cooperativa. Un aiuto che ha consentito ai pescatori di ripartire per una nuova stagione di pesca. Un sentito grazie da parte di Eataly va a tutti coloro che, attraverso la scelta del piatto solidale, hanno contributo alla rinascita dell’antico sistema di pesca.

Lorenzo Montaldo, Responsabile Slow Food dei Presidi Liguri: «I Presìdi Slow Food sostengono le piccole produzioni tradizionali che rischiano di scomparire, valorizzano territori, recuperano antichi mestieri e tecniche di lavorazione, salvano dall’estinzione razze autoctone e varietà di ortaggi e frutta. E in questo ambito che si inserisce il lavoro di Slow Food che da anni è vicino ai pescatori di Camogli depositare di un sistema di pesca straordinario, ma faticoso e sempre meno remunerativo. La tonnarella di Camogli è un orgoglio per la Liguria e non solo.»

 

Sabato 21 aprile alle 11.00 il Comune di Camogli, l’Area Marina Protetta, il Festival della Comunicazione, Cenobio dei Dogi e Pro Loco festeggeranno al Teatro Sociale di Camogli i protagonisti di questa rinascita. Ospite d’onore, Oscar Farinetti.



Redazione

Bioecogeo non è solo una rivista o un sito bensì un progetto! Creare un modello di società più consapevole, forte della condivisione e diffusione di una cultura ambientale per il benessere del singolo individuo e del pianeta in cui vive.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × 5 =