Lo smaltimento dei rifiuti speciali sbarca online

L’innovazione per gestire l’operazione via web è di Lindbergh S.p.A. che ha lanciato Corriererifiuti.it, il primo servizio 100% online e che guarda agli uffici.

BioEcoGeo_Corriererifiuti.it_

Il Testo Unico Ambientale ha contribuito a regolamentare il settore dello smaltimento rifiuti e ad incentivare l’incremento della percentuale di recupero rifiuti, a carico di soggetti professionali e certificati. A distanza di quasi dieci anni questo compartimento trova un nuovo slancio nel web, canale che meglio di altri può favorire trasparenza, tracciabilità, efficienza, semplicità e prezzi competitivi: elementi indispensabili per la crescita di qualunque settore e ancor più strategici per lo smaltimento dei rifiuti. Il merito è degli operatori stessi che lavorano in questo mercato e di chi ha saputo andare oltre, lanciando per primo un servizio innovativo per il ritiro e lo smaltimento di tutti quei rifiuti definiti “speciali”.

BioEcoGeo_Pomè_Lindebergh«Corriere RifiutiTM è il primo e unico servizio che ti consente di ordinare e pagare online il ritiro e lo smaltimento dei tuoi rifiuti speciali, da ufficio o da manutenzione» spiega Marco Pomè, presidente di Lindbergh S.p.A., società specializzata nella fornitura di servizi logistici ed ambientali da sempre orientata all’innovazione, come testimonia la vittoria del Premio Innovazione Digitale organizzato da SMAU 2015. “Ѐ un servizio pensato per le officine meccaniche che si ritrovano ogni giorno a gestire importanti rifiuti da manutenzione, ma anche per gli uffici che vogliono liberare i propri spazi da vecchie apparecchiature elettroniche, lampadine, cartucce e documenti riservati”.
E proprio quest’ultimo target è parte integrante della novità introdotta da Corriererifiuti.it.
La produzione nazionale di rifiuti speciali si attesta a 131,6 milioni di tonnellate: di questi il 20,2% è attribuibile al settore dei servizi, del commercio e dei trasporti (fonte: ISPRA, Rapporto Rifiuti Speciali, Edizione 2015).
Le apparecchiature da ufficio possono contenere sostanze nocive per l’ambiente, come i policlorobifenili (PCB), dannosi per la nostra salute, e gli idroclorofluorocarburi (HCFC), che impattano sull’ozono. Se sottoposti a specifici trattamenti, molti elementi componenti anche i rifiuti più semplici (quali vetro, plastica e gomma) possono inoltre essere recuperati e riutilizzati per la creazione di altre apparecchiature.
Grazie ad una politica di lancio aggressiva (solo 50€ per 50kg di rifiuti da smaltire) e ad un servizio speciale di triturazione documentale nel rispetto e tutela della privacy, studi professionali ed uffici possono trovare così l’occasione per smaltire i rifiuti in un modo semplice, economico e a norma di legge.
Collegandosi a Corriererifiuti.it è possibile in pochi click ordinare il ritiro di questi rifiuti, pagare con carta di credito e attendere l’arrivo di un operatore autorizzato entro massimo 5 giorni lavorativi (Calabria ed isole escluse). I rifiuti vengono così trasportati presso centro regolarmente autorizzati per il recupero e lo smaltimento entro massimo 48 ore, come previsto dalla normativa vigente.

 



Redazione

Bioecogeo non è solo una rivista o un sito bensì un progetto! Creare un modello di società più consapevole, forte della condivisione e diffusione di una cultura ambientale per il benessere del singolo individuo e del pianeta in cui vive.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 − 9 =