Il ponte ciclabile sopra la scuola

A Utrecht, città dei Paesi Bassi, esiste un ponte ciclopedonale molto particolare sia per la sua forma (una sorta di anello che gira su se stesso) sia perché passa esattamente sopra il tetto di una scuola.

BioEcoGeo_utrecht-pista-ciclabile

La struttura è stata intitolata a Dafne Schippers, una velocista olandese che negli ultimi anni è stata per due volte campionessa mondiale dei 200 metri piani.
Per raggiungere risultati come questi servono costanza e determinazione: tutte qualità che è importante insegnare ai più giovani.

Il ponte attraversa il canale del Reno-Amsterdam ed è lungo circa 110 metri e collega la parte più antica di Utrecht con il nuovo distretto Leidsche Rijn. Esso è parte integrante del design urbano del quartiere, in completa armonia con l’ambiente e con il tetto della palestra della scuola che è stato realizzato con il metodo della permacultura.

Un muretto separa la pista ciclabile, da dove si ha una vista panoramica, dalle aree private della scuola, come quella dedicata alla ricreazione e al gioco all’aperto. Il percorso ciclopedonale tende improvvisamente a formare una curva: non è una questione di design ma di integrazione del percorso con l’ambiente circostante, in questo caso il dislivello da superare in un’area dove ci sono delle strutture di cui tener conto.

Il progetto del ponte ciclabile, realizzato dallo studio NEXT Architects , sarebbe qualcosa di fantastico per l’Italia, mentre nei Paesi Bassi è del tutto normale investire somme importanti per realizzare infrastrutture dedicate esclusivamente a chi si sposta in bicicletta o a piedi.



Redazione

Bioecogeo non è solo una rivista o un sito bensì un progetto! Creare un modello di società più consapevole, forte della condivisione e diffusione di una cultura ambientale per il benessere del singolo individuo e del pianeta in cui vive.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − tre =