Premio AICA: l’Oscar della comunicazione ambientale al Forte di Bard

La cerimonia finale del Premio AICA 2016 per la Comunicazione Ambientale si terrà venerdì 28 ottobre presso la “Sala degli Archi Candidi”, all’interno del suggestivo Forte di Bard (AO), dalle ore 18.00 alle ore 20.00.

Durante le serata saranno svelati i vincitori di ciascuna categoria: comunicare l’ambiente con la musica, comunicare i cambiamenti climatici e premio alla carriera.

invito aica

Sarà ospite Paola Maugeri: nota autrice e conduttrice di programmi televisivi e radiofonici, come la trasmissione Storytellers sul palinsesto di MTV, o le lezioni di Storia del Rock su “Virgin radio”. La mia vita a impatto zero è il nome dell’esperimento ecosostenibile (poi diventato libro) intrapreso dalla speaker e vj siciliana. Il suo progetto di vita consisteva nel provare prodotti locali e vegetariani, usare pannolini di mais biodegradabili e rinunciare a molte comodità come luce e gas: senza frigo e senza illuminazione, costruendo una compostiera e dedicandosi all’orto, facendo il bucato con la cenere, dicendo addio all’automobile e girando per Milano in bicicletta e sui mezzi pubblici, cercando di riflettere sul consumismo e sul mercato che governa il pianeta. Vegana da molti anni, Paola Maugeri ha scritto libri come Alla salute! e Las Vegans. Attraverso il suo blog “Rock Me Vegan – per nutrire l’anima, il corpo e il pianeta”, conferenze e campagne di sensibilizzazione ambientale affronta tematiche relative a uno stile di vita più consapevole.

niccolo fabi

Altri ospiti d’eccezione del Premio AICA saranno i “saltimbanchi” del teatro-canzone italiano, cioè i componenti della Banda Osiris. Il gruppo nasce come rocambolesca combriccola di strampalati artisti di strada che fondano musica, teatro e comicità. Per la popolare trasmissione radiofonica Caterpillar, in onda su RAI Radio 2, hanno scritto e interpretato l’inno della sesta edizione di M’illumino di meno: la Giornata dedicata al Risparmio Energetico.  Sulla stessa scia si colloca lo show tragicomico “FINALMENTE IL FINIMONDO – Guida per apocalittici perplessi”, realizzato con il filosofo della scienza Telmo Pievani e il giornalista Federico Taddia: un viaggio ironico e dissacrante, ispirato alla nota profezia Maya, fino alla fine del mondo, attraverso cinque tappe affrontate in chiave evoluzionistica: catastrofe, apocalisse, disastro, nemesi ed estinzione.

 

banda osiris

Seguiranno gli interventi di altre importanti realtà del panorama della comunicazione ambientale, candidati per vari motivi: la Rivista Altreconomia, per l’informazione ai cittadini condotta in maniera seria e approfondita; il Kyoto Club, per aver promosso efficaci iniziative di sensibilizzazione e formazione nei settori dell’efficienza energetica, dell’utilizzo delle rinnovabili e della mobilità sostenibile; il Collettivo Agricolo “LA TERRA CHE RIDE”, un piccolo ma significativo esempio “dal basso”, per il loro metodo di lavorare la terra nel rispetto della natura; il padre comboniano Claudio Crimi, collaboratore di Alex Zanotelli, attivo in campo sociale e ambientale; la redazione di Ambiente Italia, per aver lavorato a un programma televisivo di reale servizio pubblico, relativo a tematiche ecologiche e finalizzato a descrivere lo stato ambientale dell’Italia.

Al Premio AICA l’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti. È gradita la prenotazione. Per programma e aggiornamenti segui la pagina Facebook di AICA. Per info: redazione@envi.info, 366 7556909.

AICA (Associazione Internazionale per la Comunicazione Ambientale) è una libera associazione nata nel gennaio 2003 ad Alba (CN). AICA è un progetto culturale che intende conoscere, studiare e promuovere le azioni di comunicazione ambientale a livello nazionale e internazionale. Le aree di attività di AICA spaziano dall’informazione all’editoria; dalla promozione all’organizzazione di eventi; dalla ricerca alla formazione.



Envi.info

Envi.info é la testata on-line di AICA, Associazione Internazionale per la Comunicazione Ambientale, ed è una finestra virtuale per scambiare idee ed esperienze, conoscere che cosa accade in Europa, discutere di risultati, metodi ed obiettivi della comunicazione ambientale.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 1 =