PrimaLoft Bio: la prima fibra tessile isolante sintetico in fibre riciclate al 100%

Dopo anni di attesa, è arrivato l’annuncio che tanti aspettavano: la nascita di un tessuto isolante, interamente sintetico, 100% da fonti riciclate e in grado di biodegradarsi in poco più di un anno.
BioEcoGeo_La-fibra-in-poliestere-biodegradabile

Sviluppata negli ultimi quattro anni dal team di scienziati e ingegneri PrimaLoft, questa importante scoperta tessile è stata ottenuta senza alterare minimamente le caratteristiche e le performance dell’isolamento. La società di scienza dei materiali, con sede a Latham, New York, e con uffici in Germania e Cina, è leader mondiale nella ricerca e lo sviluppo innovativo di soluzioni per il comfort basate su materiali per l’isolamento e tessuti ad alte prestazioni.

Tramite un test accelerato che simulava un terreno di discarica (ASTMD5511), le fibre PrimaLoft® Bio hanno raggiunto la quasi completa biodegradazione in 394 giorni, una differenza temporale molto elevata rispetto alla trascurabile degradazione del poliestere convenzionale nelle stesse condizioni. Questa tecnologia brevettata, che non altera la performance, il look o la sensazione del tessuto, sarà disponibile dall’autunno del 2020.

Le fibre di PrimaLoft® Bio si disgregano quando esposte a discariche ambienti come terreni e oceani, perché questo nuovissimo processo rende le fibre più attrattive nei confronti dei microbi naturali ritrovabili in questi ambienti anaerobici. I microbi smaltiscono le fibre in maniera più rapida, restituendo il materiale a madre natura. Il processo di biodegradazione si lascia alle spalle acqua, metano, diossido di carbonio e biomassa (micro-organismi, rifiutio rganici).
PrimaLoft® Bio si biodegraderà solamente se esposto ai microbi trovati nel terreno o nell’acqua dei nostri oceani, mentre il materiale isolante resta estremamente duraturo nel corso di tutto il suo ciclo vitale all’interno dei capi di abbigliamento.

 

«Con PrimaLoft® Bio, PrimaLoft, Inc. si prende carico di ridefinire il significato del termine sostenibilità» afferma Mike Joyce, presidente e CEO di PrimaLoft . «Riciclare è un buon punto di partenza, ma siamo intenzionati a portare una migliore risposta ai problemi ambientali che sta affrontando il nostro settore. Produciamo materiali sostenibili già dal 2007 e PrimaLoft® Bio racconta chi siamo in maniera diretta, con cuore e anima.
Abbiamo guardato ai problemi del mondo, inclusa la proliferazione di rifiuti tessili e microplastiche, e abbiamo studiato come PrimaLoft® potrebbe generare un impatto positivo, grazie alle nostre competenze primarie (scienza dei materiali e dei polimeri). Questa tecnologia (uno dei lanci tecnologici globali più significativi nella storia della compagnia) porta una soluzione a livello di materiale, punto chiave della nostra visione».

La nascita dell’idea
L’idea era già nata nel 2014, dal product management di PrimaLoft®. Dopo due anni di ricerca, ne sono serviti altri due per sviluppare il processo, e un altro anno ancora di lunghi test in un laboratorio indipendente. «PrimaLoft® Bio ha il potenziale di trasformare l’industria tessile del mondo outdoor e del fashion – dice Charles Lancelot, tecnico dei materiali che ha lavorato al fianco di PrimaLoft® durante i vari test – nel 2014 negli Stati Uniti, sono stati smaltiti oltre l’80% dei rifiuti tessili, circa l’8% del totale dei rifiuti. Questa avanzata tecnologia di biodegradazione influenza la progressiva scienza dei materiali e richiede l’attenzione di ogni marchio di abbigliamento interessato a ridurre il suo impatto ambientale».

PrimaLoft® Bio amplifica la già ampia volontà di PrimaLoft® nell’essere pienamente responsabile, fornendo lungo il suo percorso soluzioni sostenibili, così da diminuire l’impatto sul nostro pianeta. Ad oggi, PrimaLoft® ha salvato più di 84.7 milioni di bottiglie di plastica dalle discariche e le ha trasformate in un’avanzata tecnologia di isolamento. Dal 2020, il 90% dei prodotti d’isolamento di PrimaLoft® avranno almeno il 50% di contenuto riciclato, senza compromettere la performance. All’inizio dell’anno PrimaLoft® ha introdotto il suo primo isolamento con il 100% di materiale riciclato. Ad oggi PrimaLoft® sta lavorando ed investendo per ridurre il suo impatto sulla catena di distribuzione, cercando soluzioni per diminuire energia ed emissioni di carbonio, utilizzando prodotto biodegradabili ed incorporando fibre naturali nei suoi prodotti.

«Grazie alla eccellente qualità, vogliamo che i nostri utilizzatori possano godersi i nostri capi per moltissimi anni – ha aggiunto Joyce – naturalmente sappiamo che i prodotti hanno un loro ciclo di vita e un giorno saranno buttati. PrimaLoft® Bio va a braccetto con la sostenibilità, portando una soluzione per allungare la vita del capo d’abbigliamento. Siamo contenti di essere i primi a risolvere questo problema che affligge la categoria degli isolamenti sintetici».

BioEcoGeo_primaloft

Cos’è l’isolamento PrimaLoft?
PrimaLoft® è una microfibra di poliestere (la fibra più piccola del settore). Le fibre più piccole intrappolano maggiori quantità di aria, ottenendo prestazioni termiche superiori e una sensazione più morbida. Le fibre PrimaLoft® sono più comprimibili rispetto ad altre fibre del settore. PrimaLoft® è idrorepellente in quanto le fibre hanno un trattamento brevettato che riduce la quantità di umidità che le fibre possono assorbire, mentre allo stesso tempo modifica le caratteristiche delle fibre in modo da respingere fisicamente le molecole d’acqua. Poiché le fibre PrimaLoft® assorbono pochissima umidità, l’isolamento mantiene la più alta percentuale di calore quando è bagnato. In poche parole PrimaLoft® è: più caldo; più morbido; più asciutto, più comprimibile e super leggero.



Redazione

Bioecogeo non è solo una rivista o un sito bensì un progetto! Creare un modello di società più consapevole, forte della condivisione e diffusione di una cultura ambientale per il benessere del singolo individuo e del pianeta in cui vive.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due + 6 =