Sicuri che la Sardegna sia solo questo?

L’isola dei nuraghi non è solo mare e spiagge caraibiche. Eneroad, il Roadshow a bordo di una Tesla Model S, ce lo dimostrerà percorrendo centinaia di km attraverso l’isola alla scoperta delle numerose imprese sostenibili e dimostrandoci che il trasporto elettrico è già realtà. Anche laddove non ci sono, ancora, colonnine elettriche di ricarica.

Sicuramente in molti quest’anno avranno goduto del meraviglioso mare e delle spiagge incontaminate della Sardegna. Passando dall’elegante Costa Smeralda alle bellezze naturali del Sulcis nel sud, la sensazione è quella di vivere in un luogo incontaminato (se non per alcune zone fortemente antropizzate e, purtroppo, spesso inquinate). In una regione in cui si possono percorrere chilometri e chilometri senza mai incontrare persone, paesi o realtà economiche. Non è affatto così, anzi!
Mai come in questi anni, l’attività imprenditoriale sarda è viva, anche se in pochi ne parlano. La Sardegna sta dando i natali ha numerose realtà produttive fondate su innovazione, ricerca e sviluppo di tecnologie e che hanno fatto della sostenibilità ambientale il loro mantra.

BioEcoGeo_daniela-ducato-edilana

Daniela Ducato, Fondatrice di Edilana

Ce lo ha mostrato anche Riccardo Iacona che, nella prima puntata di Presadiretta dopo la pausa estiva, ha scelto proprio una società sarda per raccontare le eccellenze italiane nel settore della sostenibilità ambientale. La società si chiama Edilana e trasforma le eccedenze delle lavorazioni agricole del territorio in materiali per l’edilizia. Dalle eccedenze del latte si ottengono collanti per le pareti; dalla lana delle pecore, un  isolante termico e infine dalla sottolavorazione dell’olio d’oliva, un prodotto che va a dare fortificazione alla malta. Edilana è una fra le numerose imprese sarde il cui know-how e i prodotti sono riconosciuti non solo a livello nazionale ma anche internazionale.

Ecco perché la cagliaritana UCNET, azienda specializzata nel settore degli impianti tecnologici, building automation, grandi infrastrutture e fonti rinnovabili, ha deciso di raccontare queste eccellenze durante il suo Eneroad, il Roadshow in cui tecnologia e sostenibilità si uniscono alla scoperta dell’Isola.
L’obiettivo principale del tour è dimostrare che quello che sembrava un futuro possibile, la mobilità elettrica, è già presente. Eneroad sarà la prova inconfutabile che anche in una realtà come la Sardegna, per ora ancora sprovvista di strutture di ricarica per auto elettriche, è possibile muoversi utilizzando un’auto elettrica.
Come?
Ve lo racconteremo durante il Roadshow che partirà il 19 settembre per concludersi domenica 25 all’interno dell’evento “SME Green Edition” presso la Corte del Sole di Sestu, in occasione della settimana della mobilità sostenibile.

Protagonisti chiave del tour i luoghi incantati della regione, le imprese sostenibili del territorio, l’equipaggio di UCNET e, ovviamente, la moderna e tecnologica Tesla Model S.

Seguite il tour sul sito ufficiale e sul nostro sito e sulla nostra pagina Facebook.



Redazione

Bioecogeo non è solo una rivista o un sito bensì un progetto! Creare un modello di società più consapevole, forte della condivisione e diffusione di una cultura ambientale per il benessere del singolo individuo e del pianeta in cui vive.


One thought on “Sicuri che la Sardegna sia solo questo?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × tre =