Tree sleeping

altes-baumhaus-03-2

hotel-con-case-sull-albero

Posta nell’Alto Adige orientale, nella sempre magica e unica Val Pusteria, Sesto è nota in tutto il mondo per le sue bellissime e immense montagne. Chi ama i paesaggi verdi e che si perdono all’orizzonte conosce bene questi panorami circondati dalle Dolomiti. Non per nulla lo stemma della cittadina è ornato dalle Tre Cime di Lavaredo… Immersa nel parco naturale delle Dolomiti di Sesto, la cittadina porta i turisti a gli amanti della natura verso i prati della Croda Rossa e la Val Fiscalina che profuma di fieno. Se qui si trovano hotel, appartamenti vacanza e agriturismo di altissimo livello, oggi a incuriosire è il campeggio, il Caravan Park Sexten. Ossia la meraviglia di dormire sospesi. Tanti, molti di noi, da bambini, hanno sognato di dormire sugli alberi. Sospesi dalla terra, leggeri, là in alto più vicini alle nuvole, dove dalla finestra si (intra)vedano fruscianti rami verdi e si odano sbarazzini cinguettii perduti. Oggi, al Caravan Park Sexten (vedi) si può. Basta salire una scaletta per raggiungere il settimo cielo, quel sogno che si realizza, ovvero una casa sull’albero di 35 mq a 3 metri e mezzo di altezza dove osservare la natura dall’alto, leggere, scrivere, disegnare, ascoltare musica e riposare. Magari ricamare o dipingere. E sognare, liberi da ogni pensiero. Qui la mattina si viene svegliati dalla carrucola su cui è stato caricato il cesto con la ricca e salutare colazione: comincia così una giornata con ritmi nuovi e la sospensione fisica rappresenta, come metafora, l’intervallo che ciascun ospite si prende dalla quotidianità. Un rifugio benefico. Le strutture in legno, realizzate secondo i moderni ed avanzati concetti della bioarchitettura, offrono una vista straordinaria sulla Meridiana di Sesto e aprono una nuova dimensione del piacere del bagno e del relax da condividere in un ambiente magico. Le case sull’albero sono dotate di soggiorno, televisore, stanza da bagno con doccia sensoriale, idromassaggio e sauna. E se d’estate il verde avvolge, immaginate d’inverno, dove il candore della neve riscalda e i fiocchi accarezzano i sogni. Magari abbracciati, stretti stetti, all’amore della propria vita. Un paesaggio degno di una magnifica favola. E tutto rigorosamente prenotabile online. Di cui affrettarsi, per vedere le disponibilità (vedi).

altes-baumhaus-04-2

altes-baumhaus-05-2



Simonetta Sandri

La volontà di condividere con i lettori la bellezza dell’universo resta per me la vera ragione della ricerca delle parole più adeguate per descrivere una meraviglia spesso indescrivibile. Perché, come il Principe Miškin ne L’idiota di Fedor Dostoevskij, anche io penso che la bellezza salverà il mondo.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × quattro =