Treedom

treedom-regala-un-alberoOgni evento è buon per piantare un albero. Una matrimonio, una nascita, un compleanno, un onomastico, un anniversario, una vittoria, un successo, un qualsiasi momento felice che si vuole festeggiare senza motivo… Se si cerca poi un regalo originale, Treedom dà la possibilità di offrirlo, niente di meno che un albero o una foresta di alberi.

Ma cos’è Treedom? si tratta dell’unica piattaforma web al mondo che permette di piantare un albero a distanza e seguirlo online. Dalla sua fondazione, avvenuta nel 2010 a Firenze, sono stati piantati più di 400.000 alberi in Africa, America Latina, Asia e Italia. Tutti gli alberi vengono piantati direttamente da contadini locali e contribuiscono a produrre benefici ambientali, sociali ed economici. Grazie a tale business model, Treedom fa parte, dal 2014, delle Certified B Corporations, il network di imprese che si contraddistinguono per elevate performance ambientali e sociali.

Perché un albero? Tutti gli alberi fanno bene all’ambiente: assorbono CO2, emettono ossigeno, favoriscono la biodiversità e i contadini coinvolti in tutto il mondo.

Si può quindi creare la propria foresta scegliendo fra una piantina di avocado, simbolo di fertilità e creatività che potrà essere piantata in Kenya e che assorbirà 500 Kg di CO2, pari a quella prodotta da 1000 Km in macchina, una di cacao in Camerun, simbolo di dolcezza, o di baobab in Kenya, albero simbolo della vita. Per citarne solo alcuni.

Ogni scheda albero ne contiene la descrizione, la simbologia, i poteri, gli usi locali, la localizzazione, il costo e la cattura di CO2.

Il percorso? L’albero viene quindi piantato e geolocalizzato, lo si può custodire o regalare, seguirne la storia sul Diario online, guardare in tempo reale se piove o c’è il sole, chiamarlo con il nome che si preferisce, personalizzarlo con il proprio messaggio.

Allora che il tutto abbia inizio!



Simonetta Sandri

La volontà di condividere con i lettori la bellezza dell’universo resta per me la vera ragione della ricerca delle parole più adeguate per descrivere una meraviglia spesso indescrivibile. Perché, come il Principe Miškin ne L’idiota di Fedor Dostoevskij, anche io penso che la bellezza salverà il mondo.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × quattro =