Sblocca Italia: decreto contro natura

Su 45 articoli, ben un quarto delle norme contenute nel decreto Sblocca Italia, sono intese a indebolire le tutele ambientali e a dare mano libera agli interessi speculativi sui beni comuni. Tutto ciò con il rischio che, ai danni ambientali, si aggiungano, come segnalato dal presidente dell’Autorità Anticorruzione Raffaele Cantone , i rischi relativi ad un aumento della illegalità. “La fiducia imposta dal Governo – afferma il presidente del WWF Donatella Bianchi – su un decreto che perpetua un modello di sviluppo insostenibile per le nostre risorse naturali e fossili e contrario alla progressiva decarbonizzazione dell’economia mondiale, accresce la sfiducia dei cittadini nei confronti dell’esecutivo”.

 




Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

10 − tre =