Save the date: dal 23 al 25 settembre Terni ospiterà l’Umbria Green Festival

Si terrà nell’ area dell’Anfiteatro Fausto di Terni dal 23 al 25 settembre la prima edizione dell’Umbria Green Festival, promosso da Umbria Green Incoming insieme al Comune di Terni, con il patrocinio della Regione Umbria, dell’Anci Umbria e del Comune di Narni.

green festival

Il tema conduttore dell’edizione 2016 è la sostenibilità come orizzonte di una nuova economia, basata sulle produzioni di qualità, sulla valorizzazione del Territorio e del Paesaggio promuovendo uno stile di vita più lento e consapevole al fine di salvaguardare, dall’inquinamento e dal consumo eccessivo di risorse, il nostro Mondo ed in particolare l’Umbria-Cuore Verde d’Italia. Al Festival parteciperanno le migliori strutture ricettive affiliate alla Community di Umbria Green Card, i consorzi turistici, i cluster di agenzie di viaggio e le associazioni di imprese che operano per la promo-commercializzazione dell’Incoming in Umbria.

All’interno del Festival sono previste due tavole rotonde. La prima, sabato 24 alle 16 “Dalla musica di Mogol al cinema green: una nuova cultura per la sostenibilità” con interventi di Mogol, che da tempo ha scelto di vivere in Umbria ed è alfiere ante litteram della sostenibilità;  Marco Gisotti, direttore Green Drop Award, premio dedicato al cinema green, Carl Ludwig Schibel, presidente Fiera delle Utopie Concrete e la scrittrice Simonetta Neri. La seconda, domenica 25 alle 10 “La mobilità elettrica nel cuore verde d’Italia” con Jacopo Fo, autore, attore e scrittore; Valerio Rossi Albertini, Primo ricercatore al CNR e l’economista Roberto Romano, oltre a rappresentanti delle maggiori case automobilistiche internazionali. Il Festival prevede anche diversi concerti come quello del “professore” Roberto Vecchioni venerdì 23 settembre, Paolo Jannacci e la sua orchestra sabato 24 e I musici di Francesco Guccini domenica 25.

 



Roberto Malfatti

Roberto Malfatti, sociologo, appassionato di fotografia, rockettaro quanto basta. Da sempre combattente e studioso delle tematiche ambientali. Tra i fondatori della rete Napoli Est Brucia che rivendica il risanamento del territorio di Napoli Est dall'inquinamento selvaggio delle raffinerie.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 − uno =