Mondo accademico e ricerca al lavoro per promuovere lo sviluppo sostenibile

Il rettore dell’Università di Siena tra i firmatari della dichiarazione del “Sustainable Development Solutions Network” a Istanbul in preparazione del vertice del G20 di Antalya e di COP21 a Parigi.

BioEcoGeo_angeloriccaboniLe università e il mondo accademico e della ricerca impegnati per promuovere la sostenibilità: è stata lanciata durante l’incontro del “Sustainable Development Solutions Network” (SDSN), in corso in questi giorni a Istanbul, una dichiarazione che invita i leader del G20 a lavorare per la realizzazione dei 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile individuati dall’assemblea generale dell’ONU lo scorso settembre. I membri del network internazionale SDSN, di cui l’Università di Siena è coordinatore per l’area del Mediterraneo, chiedono ai governi dei paesi del G20 di assumere un ruolo guida nell’attuazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile localmente e a livello globale.
Il prossimo vertice del G20 a Antalya, in Turchia, rappresenta infatti un’opportunità per i leader mondiali di impegnarsi concretamente per l’attuazione di questi obiettivi e sostenere meccanismi internazionali per la cooperazione, coinvolgendo governi, imprese, mondo accademico e società civile.
I lavori in corso in Turchia, a cui partecipa il rettore dell’Ateneo senese Angelo Riccaboni, firmatario della dichiarazione, sono particolarmente importanti anche in vista delle negoziazioni sul cambiamento climatico COP21 che si terranno a Parigi a dicembre.
L’Università di Siena è impegnata da anni nell’ambito della sviluppo sostenibile come coordinatore di SDSN Mediterranean, hub regionale della rete mondiale di ricerca sulla sostenibilità voluta dalle Nazioni Unite, e ha inserito il tema della sostenibilità tra le sue priorità strategiche per la programmazione delle didattica e della ricerca.



Redazione

Bioecogeo non è solo una rivista o un sito bensì un progetto! Creare un modello di società più consapevole, forte della condivisione e diffusione di una cultura ambientale per il benessere del singolo individuo e del pianeta in cui vive.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 − 7 =