USA: “La California può dare un contributo significativo nella lotta al cambiamento climatico”

“La California può dare un contributo significativo nella lotta al cambiamento climatico, a prescindere da cosa decide di fare Washington”. Questo è quanto affermato al New York Times dal governatore californiano Jerry Brown. L’imperativo è uno solo: reagire alle politiche negazioniste del neo presidente Donald Trump. “Non sottovaluterei la determinazione della California se tutto va nella direzione di una negazione estrema del riscaldamento globale. Sì, noi agiremo”.

SACRAMENTO, CA - OCTOBER 27: California Governor Jerry Brown announces his public employee pension reform plan October 27, 2011 at the State Capitol in Sacramento, California. Gov. Brown proposed 12 major reforms for state and local pension systems that he claims would end abuses and reduce taypayer costs by billions of dollars. (Photo by Max Whittaker/Getty Images)

Il tycoon americano, unico leader al mondo a contestare l’Accordo internazionale di Parigi sul clima, sta mettendo su una squadra composta da professionisti pro fonti fossili e di alti funzionari che negano l’evidenza scientifica del global warming. Il governatore della California Jerry Brown sembra non voler sotterrare l’ascia di guerra.

Due settimane fa, fu proprio Brown ad alzare la voce contro Trump in occasione della conferenza dell’American Geophysical Union,  l’associazione che riunisce gli scienziati delle discipline maggiormente legate alla ricerca sul clima:  “Qualcuno mi ha detto: ‘che diavolo pensi di fare, non siete mica una nazione?!’. Beh, non saremo una nazione ma siamo la quinta o sesta economia al mondo e abbiamo tutti gli strumenti economici, scientifici e politici per portare avanti la battaglia… e non abbiate dubbi che lo faremo” .

La conferenza è stata organizzata a pochi giorni dalla nomina di Scott Pruitt all’EPA e dopo le altre notizie di epurazione ai vertici del Dipartimento per l’Energia statunitense.

“Abbiamo un esempio – ha esordito Brown – l’industria del tabacco era piuttosto potente, ha mentito, ma ha fatto una brutta fine, non solo nel confronto con la scienza, ma anche in quello con gli avvocati… e qui in California siamo pieni di avvocati: abbiamo gli scienziati, abbiamo gli avvocati e combatteremo. Siamo pronti alla difesa, la California non è estranea a questa lotta”.

Poi lo stoccata: “Se Trump spegne i satelliti della Nasa per il controllo climatico, ne lanceremo noi di nuovi”.

La linea di azione di Jerry Brown è chiara anche per quanto riguarda la cooperazione internazionale : “Ho appena incontrato l’ambasciatore canadese e mi ha confermato l’intenzione di fissare un prezzo per il carbonio e di voler centrare gli obiettivi climatici, noi ci uniremo a quei 200 Stati, con il Canada e la Cina, e porteremo avanti un coraggioso percorso di collaborazione con loro, qualunque cosa voglia fare Washington, e alla fine la verità avrà la meglio”.

La California non è sola. Gli “stati ribelli” vanno dal Massachusetts a New York, dalle Hawaii all’Illinois. Insomma, ne vedremo delle belle.



Roberto Malfatti

Roberto Malfatti, sociologo, appassionato di fotografia, rockettaro quanto basta. Da sempre combattente e studioso delle tematiche ambientali. Tra i fondatori della rete Napoli Est Brucia che rivendica il risanamento del territorio di Napoli Est dall'inquinamento selvaggio delle raffinerie.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 − 4 =