uTo: dagli scarti della produzione eolica nasce una nuova illuminazione etica

Dagli scarti della produzione di pale eoliche possono nascere tante cose. Ce lo ha insegnato eTaBlades,  leader in Italia nella produzione di pale eoliche e da tempo attenta alla sostenibilità sociale, ambientale ed economica dei prodotti e processi produttivi.

L’azienda marchigiana utilizza le attrezzature più evolute dal punto di vista ambientale (dalla verniciatura con sistemi di aspirazione alle cabine di carteggiatura con protezione dalla dispersione delle polveri, ai carri ponte, ai sistemi a carboni attivi) ed è da tempo impegnata in un’ottica di economia circolare. “Generare il minimo degli scarti, reimpiegarli produttivamente, scegliere materiali duraturi e poco impattanti” afferma Giovanni Manni, CEO della società. “Ci siamo dati l’obiettivo ancora più sfidante di perseguire un modello rigenerativo in una logica di economia circolare. Con questo scopo abbiamo dato vita a eTaGreen“.

uto

All’interno di questo nuovo filone di sostenibilità dell’azienda è nato Up-Cycling, il Sistema di Isole Urbane Ecosostenibili che impiega le radici della pala dandogli nuove funzioni: portabici, sedute, pavimentazioni, fioriere, cestini ecc.

Ora, è giunto il momento di un secondo progetto: le lampade da interno ed esterno della serie uTo, concepite e disegnate da Michele Omiccioli come progetto di laurea presso la LABA – Libera Accademia di Belle Arti di Rimini, realizzate all’interno dello stabilimento di Fano.

Il prototipo della serie di lampade uTo sarà esposto al BIOECONOMY Village, lo showcase sulle applicazioni della bioeconomia della Maker Faire che si terrà a Rome dal 12 al 14 ottobre 2018.

“L’etica è l’obiettivo di ogni progetto”
uTo come “utopia”, termine collegato al metodo progettuale applicato nella realizzazione stessa, uTo come “ufo” in quanto a livello formale ed estetico le lampade sono dei veri e propri dischi illuminanti, uTo come eTa che sta per “efficienza”, concetto che ha ispirato, in un’ottica di economia circolare, la creazione di un componente di arredo partendo dai ritagli di tessuto in fibra di vetro risultanti dalla produzione delle pale.



Redazione

Bioecogeo non è solo una rivista o un sito bensì un progetto! Creare un modello di società più consapevole, forte della condivisione e diffusione di una cultura ambientale per il benessere del singolo individuo e del pianeta in cui vive.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × quattro =