5 consigli per andare in bici quando fa caldo

È vero, fa caldo. Di giorno si suda e la sera ci sono le zanzare. Questi però, non saranno certo motivi validi per non godersi la bicicletta in estate! Ecco 5 semplici accorgimenti per godere a pieno della due ruote anche quando si suda!

TRENTINO PRODOTTI VARI © FRANCESCO VIGNALIFrutta, mai senza
È essenziale per un ciclista iniziare la giornata con una sostanziosa colazione, ma facilmente digeribile. L’ideale è optare per la frutta in tutte le sue declinazioni, considerato che oltre a essere ricca di acqua, contiene molti minerali e vitamine. Via libera anche a succhi di frutta e marmellate, purché contengano alte percentuali di frutta tra gli ingredienti, magari abbinate a delle fettine di pane integrale. Con un carico energetico naturale nessuna salita apparirà impossibile.

 

BioEcoGeo_baccheGojiBacche di Goji, un carico energetico
Queste bacche selvatiche (meglio se biologiche) provengono dall’omonima pianta originaria della Mongolia interna. Cinque o sei la mattina, sono fonte di potassio e magnesio, noti per aumentare la resistenza muscolare (e ce ne vuole molta quando di pedala), sono ricche di vitamine C ed E (che proteggono dai radicali liberi con funzione anti invecchiamento) senza dimenticare che sono un concentrato di rame, di ferro, di fosforo e di manganese, che aiutano a regolare il metabolismo energetico.

 

BioEcoGeo_spirulinaSpirulina, per affrontare le salite quotidiane
Altra fonte energetica naturale di completezza nutrizionale deriva dall’alga Spirulina che contiene un’ampia gamma di vitamine, minerali, oligoelementi, amminoacidi, fibre e nutrienti vari. È un ottimo alleato negli stati di affaticamento ed è particolarmente adatto agli sportivi, grazie alla ricchezza di proteine. Anche in questo caso consigliamo di acquistare una confezione di alga Spirulina biologica.

 

BioEcoGeo_oliessenzialiEssenze naturali, per tenere lontano gli insetti
Durante la bella stagione le zanzare sono sempre in agguato e, purtroppo, quando si pedala non si acquisisce nessun genere di immunità. Una soluzione potrebbe essere utilizzare dei repellenti naturali a base di oli essenziali che tengono lontane le zanzare, quali l’olio di citronella, di eucalipto, di geranio, di lavanda, di basilico, di litsea e di garofano. Mentre se non amate questi profumi, un ottimo alleato è l’olio vegetale di neem, da spalmare su corpo e viso prima di montare in sella.

 

BioEcoGeo_arnicaArnica, una panacea per (quasi) tutti i mali
Punture d’insetto, affaticamento muscolare, piccole contusioni o ecchimosi, sono questi gli inconvenienti più frequenti che possono capitare a chi ha passione per le due ruote a pedali. Meglio avere in borsa una pomata con un’alta percentuale di Arnica, da utilizzare al bisogno. Quest’ultima è una pianta che cresce nei luoghi in cui si è verificato uno sconvolgimento nel paesaggio, come valanghe o frane, e spalmata sul corpo ha effetti benefici sulle parti gonfie o doloranti poiché stimola la circolazione sanguigna nei tessuti.

 

 

 

 



Redazione

Bioecogeo non è solo una rivista o un sito bensì un progetto! Creare un modello di società più consapevole, forte della condivisione e diffusione di una cultura ambientale per il benessere del singolo individuo e del pianeta in cui vive.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − 7 =