Fa’ la cosa giusta! e Gruppo CAP pronti a dissetare gratuitamente i visitatori della fiera

È tutto pronto a Fa’ la cosa giusta, la fiera del consumo consapevole e degli stili di vita sostenibili che aprirà i battenti domani per accogliere i visitatori dal 23 al 25 marzo a Fiera Milano City.

Fa-la-cosa-giusta

Arrivata alla sua 15ma edizione, anche quest’anno Fa’ la cosa giusta sarà ricca di prodotti biologici, sostenibili e di numerosi eventi, workshop e convegni.
La fiera è anche l’occasione per promuovere buone pratiche e comportamenti che, seppur piccoli, possono contribuire a salvare il nostro pianeta. Una di queste piccole azioni è sicuramente bere acqua dal rubinetto che, oltre a farci risparmiare economicamente, ci permette anche di evitare la produzione di incredibili quantità di plastica e sprechi inutili (ad esempio tempo, carburante ed energia utilizzati per il trasporto di milioni di bottiglie) di cui il nostro Pianeta farebbe volentieri a meno.

Secondo il Censis l’Italia l’Italia è il maggior paese europeo per consumo di acqua minerale in bottiglie di plastica.
Nel 2015 il 65% delle bottiglie d’acqua era di plastica. Sempre nel 2015 il consumo di acqua confezionata per ogni italiano è stato di 208 litri d’acqua, in proporzione persino più alto di quello degli americani. L’aspetto ancora più allarmante è che il dato è in continuo aumento rispetto agli anni precedenti: nel 2014 era di 192 litri a testa.

Bere acqua dal rubinetto è quindi importante ed è per questo che Gruppo CAP,  il gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano, invita  tutti i visitatori di Fa’ la cosa giusta! a servirsi dei 3 punti di erogazione free water.
Una casetta dell’acqua e un punto di erogazione per la fruizione dell’acqua frizzante e naturale saranno infatti installati presso lo stand dell’azienda e un Water Truck (camper che mette a disposizione acqua naturale e gasata) sarà invece posizionato nel padiglione 4, pronto a dissetare il flusso di visitatori.

Gruppo CAP - Convegno "Acqua e resilienza territoriale", Milano 04/0/2016

Gruppo CAP sarà inoltre protagonista di numerose iniziative rivolte al pubblico (per grandi e piccini)i tra cui il convegno “Strategie per il futuro nella mobilità sostenibile” (Venerdì 24 marzo dalle 15.00 alle 16.30, presso la Sala Peppino Impastato) durante il quale Andrea Lanuzza, direttore tecnico di Gruppo CAP, parlerà di “#Biometanow.
 All’evento parteciperanno anche Piero Magri, direttore esecutivo di Terre di Mezzo e Marco Granelli, Assessore a Mobilità e Ambiente del Comune di Milano. #Biometanow è un progetto di sperimentazione ispirato alla circular economy: una Panda del gruppo FCA da ormai un anno, sta girando per tutto il territorio nazionale alimentata esclusivamente con biometano prodotto da acque reflue in uno degli stabilimenti modello di Gruppo CAP.

Acqua del rubinetto protagonista: le attività di Gruppo CAP
Buona, sicura ed economica, l’acqua del rubinetto è una risorsa preziosa da salvaguardare, spesso oggetto di confusione e false credenze circa proprietà, benefici e caratteristiche. Per contribuire a fare chiarezza, Gruppo CAP ha lanciato il blog acquadelrubinetto.gruppocap.it, una vera e propria guida online che raccoglie tutto quello che c’è da sapere sull’acqua che sgorga dai rubinetti di casa.
E proprio l’acqua del rubinetto sarà al centro delle iniziative di Gruppo CAP, con due momenti dedicati al pubblico, organizzati in collaborazione con l’associazione Ambiente Acqua Onlus. Presso lo stand dell’azienda (Padiglione 3, RD21, servizi per la Sostenibilità), sabato 24 marzo, a partire dalle 10.30, per due ore i bambini potranno accedere liberamente ai laboratori creativi dove realizzare piccoli manufatti con messaggi sul valore e sul risparmio dell’acqua. Nel pomeriggio, alle 17.30 tocca ai più grandi con un momento di edutainment: un quiz a premi ispirato ai contenuti del blog.



Redazione

Bioecogeo non è solo una rivista o un sito bensì un progetto! Creare un modello di società più consapevole, forte della condivisione e diffusione di una cultura ambientale per il benessere del singolo individuo e del pianeta in cui vive.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 + quattordici =