È nata MyFoody, l’APP contro lo spreco di cibo

L’APP Myfoody permette alle imprese della produzione e della distribuzione di cibo di vendere le merci che rischiano di andare sprecate ad un prezzo scontato ai consumatori che si trovano nei dintorni.

myfoody

È nata MyFoody, un progetto di social innovation per ridurre gli sprechi alimentari e creare nuove relazioni tra punti vendita e consumatori.
MyFoody è la prima APP ideata per valorizzare i prodotti alimentari a rischio spreco delle imprese del settore distributivo.
La Start Up è nata dall’idea del fondatore e CEO, Francesco Giberti che, dopo aver acquistato un pacchetto di biscotti si accorse che sarebbero scaduti il giorno dopo.
Da questo evento, sentì forte la necessità di trovare un metodo per collegare il prezzo alla vita del prodotto. Coinvolse alcuni amici e  da qui la nascita della società, oggi composta da cinque ragazzi under 30, con profili eterogenei e che si dedicano a tempo pieno all’attività.
MyFoody è la APP che permette di trovare prodotti alimentari di qualità, vicini alla scadenza o con difetti estetici, a prezzo scontato. I prodotti sono acquistabili nei negozi e supermercati vicini alla posizione in cui ci si trova grazie a un sistema di geolocalizzazione.

Come funziona
In maniera molto semplice: da un lato i punti vendita danno visibilità alle loro eccedenze alimentari sulla piattaforma MyFoody, dall’altro i consumatori trovano prodotti alimentari a rischio spreco a prezzo scontato. Tutti i prodotti sono acquistabili nei negozi presenti nella nostra rete. I punti vendita pubblicano su MyFoody le offerte su prodotti a rischio spreco. Il consumatore le visualizza e va in negozio a comprare, ad un prezzo vantaggioso, prodotti buoni che rischiano di essere sprecati.



Redazione

Bioecogeo non è solo una rivista o un sito bensì un progetto! Creare un modello di società più consapevole, forte della condivisione e diffusione di una cultura ambientale per il benessere del singolo individuo e del pianeta in cui vive.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 + tre =