I segreti dei depuratori che producono biometano

Dal 12 al14 maggio Gruppo CAP organizza visite guidate gratuite per grandi e piccoli per scoprire come l’acqua diventa energia green

Waterevolution Bresso - BioEcoGeo

Com’è fatto e a cosa serve un depuratore? Cosa significa economia circolare quando parliamo di gestione delle acque? E ancora, cosa si intende per #Waterevolution? A queste e tante altre domande risponderanno gli esperti di Gruppo CAP, l’azienda pubblica che gestisce il servizio idrico integrato sul territorio della Città Metropolitana di Milano, durante i #waterevolution day, 3 giornate dedicate a tutti i cittadini che, da venerdì 12 a domenica 14 maggio, potranno visitare l’impianto di depurazione di Bresso- Niguarda, alle porte di Milano.

Partecipare è semplice: basta chiamare i numeri di riferimento 02.43822.321/534 o prenotarsi scrivendo a progettoacqua@pimemilano.it. Un percorso perfetto sia per i grandi che per i più piccoli, e soprattutto un’occasione unica per vivere la #waterevolution in un impianto che è un vero e proprio fiore all’occhiello in fatto di tecnologia applicata alla gestione dell’acque.

Con una superficie di 142.473,22mq, l’impianto di Bresso-Niguarda rappresenta infatti uno dei depuratori più importanti e innovativi non solo della Lombardia, ma dell’intero Paese, sia per le tecnologie impiegate, sia per le attività di sperimentazione in corso. Presso l’impianto, infatti, Gruppo CAP ha recentemente avviato l’estrazione di biometano dai reflui fognari: si tratta di un progetto rivoluzionario che mira a trasformare i depuratori del gruppo in vere bio-raffinerie, in grado di generare combustibile green dalle acque di scarto.

Waterevolution Bresso - Niguarda 3 lr

Secondo gli studi di Gruppo CAP il solo impianto di Bresso/Niguarda si stima potrebbe arrivare a produrre quasi 342 mila chilogrammi di biometano, sufficienti ad alimentare oltre 400 veicoli per 20 mila chilometri all’anno: in tutto, più di 8 milioni e 300 mila chilometri, equivalenti a oltre duecento volte la circonferenza della Terra. Un’operazione di grande importanza in termini di riduzione dell’impatto ambientale se si pensa che con l’utilizzo di questo biocombustibile la riduzione di CO2 può raggiungere il 97%  rispetto allo stesso modello di auto a benzina. Dai fanghi di depurazione viene estratto inoltre il biogas che, accumulato in un gasometro, è utilizzato in un impianto di generazione combinata di energia termica ed elettrica.

 

Gli open day si terranno:
venerdì 12 maggio dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 16.30
sabato 13 e domenica 14 maggio dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18.00.

Le visite, della durata di un’ora ognuna, sono interamente gratuite. Si consiglia la prenotazione. Per i più piccoli sono previste attività di intrattenimento nei giorni di sabato 13, h. 16.00, e domenica 14, h. 11.00.

12-13-14 maggio
Via Guido da Velate 12, Milano
T
ram 4 direzione Niguarda, Parco Nord. Fermata Cascina California



Redazione

Bioecogeo non è solo una rivista o un sito bensì un progetto! Creare un modello di società più consapevole, forte della condivisione e diffusione di una cultura ambientale per il benessere del singolo individuo e del pianeta in cui vive.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto + 2 =