Se solo la natura avesse pensato a proteggere le arance

Nathalie GordonSei troppo elegante per pelare l’arancia o semplicemente….non vuoi sporcarti le mani?
A risolvere il tuo problema ci ha pensato l’esclusiva catena americana di Supermercati Whole Foods proponendo arance già sbucciate e pronte all’uso. È sufficiente toglierle dalla loro confezione di plastica e il gioco è fatto!
Peccato che la rete non abbia accettato con altrettanto entusiasmo l’idea, scatenandosi in Twett e messaggi che hanno portato il supermercato all’ammissione di colpa e al ritiro delle ignare arance dagli scaffali.
A scatenare l’indignazione della rete è bastato un singolo Tweet di Nathalie Gordon che, postando la foto delle arance, ironizzava sulla rimozione del loro strato protettivo naturale (la buccia) per conservarle poi grazie ad un imballaggio di plastica.
Con buona pace della definizione che il supermercato da di sé: “Il negozio degli alimenti più sani d’America”.
Dopo che il post originale è stato ri-twittato più di 50mila volte, Whole Foods non ha potuto far altro che prender atto delle critiche, ritirare il prodotto e cercare di porre rimedio allo scivolone: «Consideriamo l’accaduto un evidente errore da parte nostra. Le arance torneranno ad essere vendute nella loro confezione naturale: la buccia».



Redazione

Bioecogeo non è solo una rivista o un sito bensì un progetto! Creare un modello di società più consapevole, forte della condivisione e diffusione di una cultura ambientale per il benessere del singolo individuo e del pianeta in cui vive.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − sedici =