Fairphone: il cellulare buono e giusto

Si chiama Fairphone ed è il primo cellulare buono e giusto. Non è uguale a tutti gli altri.

BioEcoGeo_Fairphone

Questo smartphone infatti non ha l’obiettivo di avere schede video più potenti, fotocamere più risolute o altra roba più tecnologica rispetto a tutti gli altri, bensì ha dentro qualcosa di più importante: il rispetto dei diritti delle persone e dell’ambiente.
Iniziato nel 2010 come un progetto di Waag Society, Action Aid and Schrijf-Schrijf, nasce per sensibilizzare sui conflitti nella Repubblica democratica del Congo per la richiesta dei minerali usati per la produzione degli smartphone delle grandi aziende.
La didascalia che lo presenta recita “Assieme possiamo cambiare il modo in cui i prodotti sono costruiti” perchè davvero sembra che chi ha ideato questo progetto voglia dare priorità non al business e all’interesse economico, ma ai diritti delle persone che ci lavorano, combattendo le ingiustizie dei grandi dell’industria tecnologica e preoccupandosi di rendere equo e giusto il modo in cui l’elettronica viene prodotta, distribuita e riciclata.
Al momento, il gruppo di lavoro sta definendo gli ultimi dettagli del nuovo modello che sarà disponibile in Europa dopo l’estate. potete però già chiedere di rimanere aggiornati ed essere i primi a prenotare questo meraviglioso, ma soprattutto buono, telefonino.



Redazione

Bioecogeo non è solo una rivista o un sito bensì un progetto! Creare un modello di società più consapevole, forte della condivisione e diffusione di una cultura ambientale per il benessere del singolo individuo e del pianeta in cui vive.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici + 3 =