Sversamenti e idrocarburi in mare: è l’italiana Airbank ad avere la soluzione

Lo spargimento degli idrocarburi è uno dei peggiori nemici di mari, scogli e spiagge: per contrastare questo problema e assicurare fondali e litorali puliti, Airbank propone CHIMSPERSE 4000, disperdente di ultima generazione biodegradabile per la bonifica del mare.

BioEcoGeo_sversamento

Plastica di ogni forma e dimensione, scatolette, fazzoletti, mozziconi di sigarette, ma anche carcasse di vecchi elettrodomestici, liquami e sversamenti: questi alcuni dei rifiuti che ogni anno, in occasione della campagna di Legambiente “Spiagge e Fondali puliti”, che si svolgerà quest’anno dal 27 al 29 maggio, i volontari amanti del mare si trovano a dover raccogliere su spiagge e scogli d’Italia.

Basti pensare che lo scorso anno, su un’area di 136.330 mq sono stati trovati 22.114 rifiuti spiaggiati, 17 ogni 100 mq. Tra i rifiuti più raccolti, quelli da mancata depurazione che se da un lato sono la diretta conseguenza della scorretta abitudine di “smaltire” questi rifiuti gettandoli nel wc, dall’altra parte sono anche un segnale dell’inefficienza dei sistemi depurativi che non riescono a filtrare neanche oggetti di una certa grandezza.

Altro acerrimo nemico dei mari, degli scogli e delle spiagge sono gli spargimenti di idrocarburi, come avvenuto lo scorso mese in Liguria dove il petrolio si è riversato nel Polcevera per la rottura di un oleodotto, implicando l’avvio di numerose opere di bonifica dell’area.
In questi casi, le braccia dei volontari, purtroppo, non bastano.
A venire incontro a esigenze di questo tipo è Airbank, azienda leader in Italia nel settore dell’antinquinamento, con il suo prodotto “CHIMSPERSE 4000”, un disperdente di ultima generazione specificatamente formulato per la bonifica del mare da spargimenti di idrocarburi.
Il suo impiego è in grado di frammentare il petrolio greggio in finissime goccioline favorendo enormemente il processo di degradazione ad opera dei microrganismi naturalmente presenti nel mare.
CHIMSPERSE 4000 disperde ed emulsiona idrocarburi leggeri e pesanti, nonché morchie, peci e fouling organico e biologico. Inoltre, è facilmente biodegradabile (i componenti tensioattivi di questo prodotto soddisfano le specifiche CEE in materia di biodegradabilità) e non è tossico per la flora e la fauna marina come certificato da laboratorio di parte terza accreditato, e ha superato tutti i test di efficacia disperdente-emulsionante, di biodegradabilità, di tossicità su alghe, crostacei e pesci, come richiesto dal Decreto del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ed ha ricevuto la relativa approvazione ufficiale. Si rivela così un ottimo prodotto per bonificare gli scogli, pulire le spiagge nonché gli scafi, le sentine e le parti metalliche delle imbarcazioni.



Redazione

Bioecogeo non è solo una rivista o un sito bensì un progetto! Creare un modello di società più consapevole, forte della condivisione e diffusione di una cultura ambientale per il benessere del singolo individuo e del pianeta in cui vive.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 + 14 =