“Troppa acqua o troppo poca: un equilibrio instabile in un clima che cambia”

Sabato 7 dicembre si concluderà il secondo ciclo di aperitivi scientifici con l’incontro “Troppa acqua o troppo poca: un equilibrio instabile in un clima che cambia”. Ospite e relatrice dell’incontro sarà la Dott.ssa Elisa Palazzi ricercatrice presso l’Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR-ISAC) di Torino. Verrà quindi approfondito l’obbiettivo 13 dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, ovvero quello relativo alla “lotta al cambiamento climatico”.

L’incontro, organizzato dall’associazione IL TACCUINO DI DARWIN all’interno della rassegna “SABATI DELLA SOSTENIBILITA’”, si terrà a Parma, alle ore 17, presso il circolo Giovane Italia (Via Kennedy, 6).

palazziElisa Palazzi è laureata in Fisica e ha conseguito il dottorato in Modellistica Fisica per la Protezione dell’Ambiente presso l’Università degli Studi di Bologna. E’ ricercatrice dell’Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima (ISAC) del CNR e docente di Fisica del Clima all’Università di Torino, città in cui vive dal 2011.

I suoi principali interessi scientifici oggi riguardano lo studio del clima nelle regioni di montagna, in particolare le Alpi, la catena Himalayana e il Plateau Tibetano, per capire quali siano i fattori che influenzano lo stato dei ghiacciai e la disponibilità futura di acqua.

Due i temi portanti dei suoi studi, fortemente legati tra loro. Uno è il ciclo idrologico montano – la precipitazione, la neve al suolo, i ghiacciai – e i suoi possibili cambiamenti in diversi scenari di emissione e di riscaldamento climatico. L’altro è il fenomeno che riguarda l’aumento della temperatura nelle regioni montane d’alta quota, soggette a un riscaldamento spesso più intenso e più rapido di quello delle regioni circostanti, con implicazioni importanti per quanto riguarda i cambiamenti nel ciclo dell’acqua, la disponibilità di risorse idriche, la perdita di biodiversità, la possibile estinzione di alcune specie di flora e fauna.

Ha partecipato a numerosi progetti nazionali ed europei, ed è attualmente coinvolta in attività europee e internazionali come la European Climate Research Alliance (ECRA), la Mountain Research Initiative (MRI) e il Global Network for Observations and Information in Mountain Environments (GEO-Gnome), e in progetti Horizon 2020 sull’impatto dei cambiamenti climatici sugli ecosistemi montani e mediterranei.

Svolge attività di divulgazione scientifica con laboratori su clima, energia e ambiente, conferenze e seminari rivolti a diverse tipologie di pubblico e a studenti, in collaborazione con associazioni di promozione e comunicazione della cultura scientifica.

LocandinaTutti gli incontri della rassegna si terranno in modalità “aperitivo scientifico” e saranno ad ingresso gratuito e aperti al pubblico fino ad esaurimento posti. Si consiglia la prenotazione scrivendo a iltaccuinodidarwin@libero.it oppure via whatsapp al 3381642471.

Per info e approfondimenti: www.iltaccuinodidarwin.com



Andrea Merusi

Biologo, lavora nel campo della sostenibilità come Responsabile Ambiente e certificazione ISO 14001 (Health, Safety, Environment Manager). Si occupa anche di formazione e comunicazione ambientale scrivendo per giornali e riviste. E’ autore del libro “La Sfida di Oggi. Il cambiamento climatico e il rapporto tra uomo e natura” ed è fondatore e presidente dell’associazione “il Taccuino di Darwin” che si occupa di divulgazione scientifica e culturale. Il suo blog personale è www.andreamerusi.com.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nove + sette =